0f38af_86747e6c443746d29daa4df481e7e772

Toronto Bridge in ceramica indica una protesi fissa che richiede un numero di impianti limitato pari a 4/6 impianti sia per riabilitare l’arcata superiore che l’inferiore. Permette quindi al paziente di montare una protesi fissa anche in presenza di spessore osseo residuo ridotto senza il bisogno (nella maggior parte dei casi) di effettuare interventi complessi per rigenerare lo spessore perso.

La posizione, poi, di una protesi fissa in ceramica aggiunge al vantaggio di un processo implantare più veloce e che riduce sensibimente i dolori di un impianto eseguito con tecniche tradizionali, il massimo della resa estetica finale.

Qual è la procedura?

  • Vengono studiate le posizioni degli impianti e quindi vengono posizionati gli stessi. In questo caso è possibile effettuare un intervento di implantologia computer assistita che elimina i caratteristici dolori e gonfiori tipici dell’intervento perché elimina le incisioni gengivali. Per saperne di più sull’implantologia computer assistita.
  • Viene inserita una struttura in metallo nobile con connessioni rinforzate su cui cpoi andrà posta la protesi in ceramica
  • Viene quindi effettuata la ceramizzazione con cottura e primo controllo morfologico
  • Viene effettuata una seconda cottura con posizione della ceramica rosa (gengivale)
  • Viene quindi posizionata la protesi (Toronto Bridge in ceramica) nel cavo orale del paziente.

Se dal vostro impianto pretendete il minimo dolore e il massimo della resa estetica la scelta giusta è un Toronto Bridge in ceramica supportato da impianti.

Contattaci per un consulto senza impegno chiamando il numero verde

800 71 11 55

oppure contattaci compilando il form a lato

Write a comment:

Your email address will not be published.

2015 © Copyright - Clinica Odontoiatrica A. Canova Srl by K adv

Direttore Clinico Dott. O. Ciarcià Chirurgo e Odontoiatra

Numero Verde 800 71 11 55